I pastelli morbidi non hanno niente a che vedere con i gessetti, che sono polvere di sostanza calcarea tinta e pressata.

Sono, invece, pigmenti purissimi di altissima qualità, gli stessi che vengono usati per produrre ogni tipo di colore per pittori, olio, tempera, aquerello, ecc, mischiati a una piccola quantità di gomma arabica e acqua, pressati, arrotolati e lasciati asciugare anche per settimane.

Il limite dei pastelli è la delicatezza al tatto, ma, una volta sotto vetro, non subiscono alterazioni nel tempo, nè per la luce, né per l'alterazione dei componenti oleosi o cerosi.


Qui parliamo principalmente di Soft Pastels, o pastelli morbidi. Non amo la dicitura di "pastello secco" italiana, che, troppo generica, non fa differenze tra crete, pastello morbido, semimorbido o duro. Spesso mi capita perfino che i negozianti, alla parola "pastello" pensino alle matite.

Ebbene, io uso e amo le matite professionali, che permettono un tipo di pittura che ricorda i quadri ad olio senza segni di pennellate, ma si tratta di tecniche diversissime tra loro e materiali altrettanto diversi.

Vedremo allora queste tecniche e anche qualcun'altra.

Buon giro!

mercoledì 25 luglio 2012

Fa Caldo! _ I Feel So

Ecco...rende l'idea, il piccino, eh?
Derwent Inktense e Colorsoft su Figueras 14x14cm.
Io adooooro gli scoiattoli (rossi!)


Here how I feel on Summer...I absolutely LOVe red Squirrels!
Derwent Inktense & Colorsoft on Figueras Paper, 14x14cm

(Sold)

8 commenti:

  1. Ahah..rende perfettamente l'idea..cucciolino!!!!sta proprio abbattuto!!!

    è bellissimo e dolcissimo!!

    RispondiElimina
  2. Leo dice che dovrebbe anche essere buono...mentre non è troppo sveglio, uno potrebbe, un assaggino...
    Ma sarà il caldo. Sicuramente.

    RispondiElimina
  3. Davvero tenero :) sei molto brava complimenti Susanna !

    RispondiElimina